Termini e condizioni d'uso

1. Campo di applicazione

1.1 Le condizioni generali di contratto sono valide per tutti i rapporti di affari con i nostri clienti (di seguito “cliente”). Le presenti condizioni si considerano valide solo se il cliente è imprenditore ai sensi dell’art. 14 del BGB (codice civile tedesco), persona giuridica del diritto pubblico o ente di diritto pubblico con patrimonio separato.
1.2 Le condizioni generali, nella loro versione in vigore al momento della stipulazione del contratto, si considerano valide per tutti i rapporti commerciali attuali e futuri senza necessità di doverle riconcordare espressamente con il medesimo cliente di volta in volta.
1.3 Le condizioni generali hanno validità esclusiva. Condizioni generali in deroga o integrazione del cliente saranno considerate valide solo se espressamente da noi accettate in forma scritta. Questo è valido anche se a conoscenza delle condizioni contrattuali generali del cliente abbiamo accettato incondizionatamente la proposta contrattuale.
1.4 Accordi individuali con il cliente (comprese integrazioni e modifiche) avranno la priorità rispetto alle presenti condizioni generali. Perché il contenuto di tali accordi sia considerato valido è necessario un contratto scritto o la nostra conferma scritta.
1.5 Chiarimenti, che a conclusione del contratto devono essere consegnate a noi dal cliente(p. es. termini di pagamento, denuncie di difetti, recessi), devono avvenire in forma scritta.
1.6 Si applicano le disposizioni di legge, salvo quanto espressamente escluso o modificato tramite le presenti condizioni generali.

2. Formulazione del contratto, divieto di cessione

2.1 Le nostre offerte sono senza impegno e facoltative. Illustrazioni o informazioni sulla merce e servizi, in particolar modo riguardo colori e consistenza dei prodotti (p. es. nei cataloghi, altre descrizioni di prodotti o documenti – anche in forma elettronica – o sulla base di campioni) sono solo in parte rappresentativi, a meno che l’utilizzo per lo scopo contrattuale previsto non presupponga una precisa coincidenza. Esse non sono caratteristiche garantite.
2.2 L’ordinazione del cliente è un’offerta vincolante. Possiamo accettare la sua offerta entro due settimane dopo l’arrivo. L’accettazione può essere risolta o tramite invio di una conferma d’ordine o prestazione.
2.3 Se il cliente fa l’ordine in forma elettronica, lo informiamo automaticamente per e-mail sull’entrata del suo ordine. Nell’e-mail automatica l’ordine viene citato di nuovo.
2.4 Il cliente può cedere diritti derivanti dal contratto, solo dopo aver ricevuto la nostra approvazione scritta, e solamente nel caso in cui ciò non possa pregiudicare i nostri interessi.

3. Termini di consegna, diritto di recesso, consegna ritardata

3.1 I termini di consegna o di scadenza sono vincolanti solamente se confermati da noi per iscritto.
3.2 Qualora non ci fosse possibile rispettare un termine di consegna stabilito con il Cliente in modo vincolante per cause non imputabili a noi, provvederemo a informarne tempestivamente il Cliente e a concordare un nuovo termine di consegna. Se la prestazione non potesse essere erogata neppure entro il nuovo termine, ci riserviamo la facoltà di recedere parzialmente o integralmente dal contratto. Se la merce è stata già pagata, rimborseremo il prezzo d`acquisto. L´indisponibilità della prestazione è data in particolar modo
-se abbiamo stipulato una congruente operazione di copertura e non ci viene fornita in tempo la merce.
-se un permesso d`importazione necessario per il trasferimento dell’oggetto di acquisto, nel territorio doganale, non viene concesso in tempo.
Rimangono salve le disposizioni di legge a nostro favore in merito al diritto di recesso, di risoluzione e di disdetta del contratto qualora non sussista il dovere di adempiere alla prestazione (p.es. se la prestazione pattuita non è possibile o non può essere ragionevolmente pretesa e/o adempita).
3.3 Per Il ritardo nella consegna è necessario un sollecito scritto da parte del cliente.

4. Consegna, ritardo di accettazione

4.1 La consegna si effettua dal magazzino. Il luogo d`adempimento di tutti gli obblighi previsti nel contratto è Oestrich-Winkel. Su richiesta e a spese del cliente la merce sarà spedita nel luogo indicato dal cliente (vendita a distanza). Siamo autorizzati a stabilire la modalità della spedizione (in particolar modo l`impresa trasporti, itinerario di spedizione , imballaggio). Come prova dell`ineccepibile imballaggio basta l`accettazione incontestata della merce da parte dello spedizioniere o vettore.
4.2 Siamo autorizzati ad effettuare una consegna parziale se
- per il cliente una consegna parziale è fruibile secondo la destinazione d`uso prevista dal contratto,
- viene assicurata la consegna del resto della merce e
- se attraverso la consegna parziale il cliente non debba affrontare un considerevole aumento delle spese o costi aggiuntivi.
4.3 Se la nostra prestazione ritarda per motivi ascrivibili al cliente (p.es. ritardo di accettazione) siamo autorizzati a richiedere un risarcimento del danno derivante da ciò ed eventuali costi supplementari (p.es. spese di magazzinaggio).

5. Prezzi, condizioni di pagamento, ritardo di pagamento, diritto di rifiutare la prestazione

5.1 Sono validi i nostri prezzi vigenti al momento della stipulazione del contratto. Sono validi dal magazzino compreso l`imballaggio e in più l’IVA. In caso di involontaria errata indicazione del prezzo, ci riserviamo di accettare l`offerta al prezzo corretto/previsto e di contestare quindi il contratto. Nei contratti con durata concordata di più di 4 mesi siamo autorizzati ad aumentare i prezzi conformemente all’aumento dei costi subentrato in tale periodo. Se l`aumento del prezzo è maggiore del 5%, il cliente è autorizzato a disdire il contratto.
5.2 Nel caso di vendita a distanza (4.1 frase 3) le spese di trasporto dal magazzino sono a carico del cliente e se il cliente desidera un’assicurazione sul trasporto, anche i costi di quest’ultima. La modalità di trasporto viene stabilita a nostra discrezione.
Per consegne all’estero, le spese di trasporto da sostenere da parte del cliente sono stabilite a Regione. Per la Regione di Sicilia le spese di trasporto per Ordini da 250€ netti la consegna sarà gratuita. Per Ordini inferiori a 250€ addebitiamo un costo di 30€ per la Spedizione e l’imballaggio.
Per tutte le altre Regioni d’Italia le spese di trasporto sono le seguenti: per Ordini fino a 150€ netti, la consegna sarà gratuita. Per Ordini inferiori a 150€ addebitiamo un costo di 9,95€ per la Spedizione e l’imballaggio.
Queste indicazioni non valgono per le spedizioni per espresso. Queste vengono addebitate separatamente.
5.3 Il costo minimo dell’ordine deve essere di 50€.
5.4 Nel caso in cui l’importo sia saldato tramite assegno o cambiale pro solvendo, ci riserviamo il diritto di addebitare al cliente le spese sostenute per esercitare e far valere eventuali diritti da ciò derivanti nei confronti di terzi. A tal fine il cliente dovrà corrispondere su nostra richiesta un anticipo di entità congrua.
5.5 Il ritardo inizia 14 giorni dopo fatturazione. Durante il periodo di ritardo, il prezzo d’acquisto viene caricato del legale tasso degli interessi di mora del periodo in questione.
5.6 Ai sensi dell’articolo 321 del codice civile tedesco (BGB) dichiariamo di avere il diritto di non erogare una prestazione qualora, nonostante accurate verifiche, venissimo a conoscenza che le condizioni patrimoniali del cliente fossero considerevolmente peggiorate già prima della stipulazione del contratto.
5.7 Il cliente può esercitare diritti di compensazione o ritenzione solo nel caso di crediti legalmente constatati, incontestati o da noi espressamente riconosciuti. Il cliente può esercitare il diritto di ritenzione solo se la sua contropretesa è fondata sul medesimo rapporto contrattuale. In caso di difetti nella consegna, 6.4 rimane intatto.

6. Diritti di garanzia del cliente per vizi

6.1 Qualora non sia stato raggiunto un accordo sullo stato della merce, l’accertamento dell’esistenza di un difetto è determinato dalle disposizioni di legge (articolo 434, commi 1S.2 e S. 3 codice civile tedesco). Per dichiarazioni da parte di terzi (p. es. pubblicità) non ci assumiamo responsabilità. Il cliente deve controllare immediatamente e scrupolosamente la merce dopo la consegna. Difetti evidenti possono essere denunciati al massimo entro otto giorni lavorativi dal ricevimento della merce, altri difetti devono essere denunciati al massimo entro otto giorni lavorativi dalla loro scoperta. Ai fini del rispetto del termine di reclamo è sufficiente l’invio tempestivo della denuncia.
6.2 Il cliente deve controllare immediatamente e scrupolosamente la merce dopo la consegna. Difetti evidenti possono essere denunciati al massimo entro otto giorni lavorativi dal ricevimento della merce, altri difetti devono essere denunciati al massimo entro otto giorni lavorativi dalla loro scoperta. Ai fini del rispetto del termine di reclamo è sufficiente l’invio tempestivo della denuncia.
6.3 Se è presente un difetto possiamo provvedere ad un successivo adempimento, a nostra discrezione, tramite rimozione del difetto (ritocco) oppure tramite consegna di un articolo che non presenti difetti (consegna sostitutiva). Il cliente è tenuto a concederci il tempo e l’opportunità necessaria per l’adempimento successivo, in particolar modo di consegnare la merce contestata a fini di controllo. Se un reclamo per la rimozione del difetto si rivela infondato, abbiamo diritto a chiedere il risarcimento per i costi sostenuti.
6.4 Abbiamo il diritto di subordinare l’intervento di ripristino della conformità all’effettivo pagamento dell’importo dovuto da parte del cliente. Il cliente ha a sua volta il diritto di trattenere una parte dell’importo in ragione dell’entità del difetto. 
6.5 Se l’adempimento successivo non è riuscito o non avviene entro un termine congruo o può essere rifiutato secondo le norme legislative vigenti, il cliente ha diritto a una riduzione del prezzo o a recedere dal contratto nel caso in cui il difetto sia particolarmente grave.
6.6 Il diritto al risarcimento del danno e analoghi diritti possono essere esercitati solo nelle modalità descritte al comma 7.

7. Altre responsabilità

7.1 Siamo tenuti al risarcimento del danno, per qualsivoglia fondamento giuridico, in caso di dolo.
7.2 In caso di grave negligenza di semplici impiegati e in caso di semplice negligenza siamo responsabili esclusivamente per danni derivanti dalla violazione di un obbligo contrattuale essenziale, limitatamente al risarcimento dei danni prevedibili e tipicamente conseguenti da tale violazione. Un obbligo contrattuale è essenziale se la sua realizzazione rende possibile lo scopo perseguito nel contratto e il cliente può regolarmente fare affidamento sulla sua realizzazione.
7.3 Le limitazioni di responsabilità di cui al 7.2 non possono essere applicate per danni arrecati alla vita, all’integrità fisica o alla salute. Non sono inoltre valide nel caso in cui il difetto sia stato occultato in malafede o abbiamo assunto una garanzia sulla qualità della merce o sia possibile al cliente far valere i diritti previsti dalla legge sulla responsabilità del produttore.
7.4 In caso di inadempimento che non abbia provocato una carenza, il cliente potrà recedere dal contratto solamente nel caso in cui tale inadempimento sia imputabile a noi. In tutti gli altri casi si applicano le disposizioni di legge.
7.5 Qualora la nostra responsabilità sia esclusa o limitata, ciò vale anche per la responsabilità personale dei nostri impiegati, dipendenti, collaboratori, rappresentanti e ausiliari.

8. Prescrizione

Diritti derivanti da vizi della cosa o vizi giuridici si prescrivono decorso un anno dalla consegna. Per i diritti derivanti dalla responsabilità del produttore e per gli altri diritti di cui al 7, si applicano i termini di prescrizione previsti dalla legge.

9. Proprietà, riserva di proprietà

9.1 Ci spettano in maniera esclusiva i diritti d’autore per cataloghi e altre descrizioni dei prodotti anche in forma elettronica così come per altri materiali.
9.2 Fino alla completa realizzazione delle nostre attuali e future richieste derivanti da un contratto e di un rapporto commerciale corrente rimaniamo proprietari della merce.
9.3 In caso di comportamento non conforme ai termini del contratto da parte del cliente in particolare riguardo ai ritardi nel pagamento, siamo autorizzati a recedere dal contratto secondo le norme di legge e a reclamare la merce o a pretendere la cessione di eventuali diritti di reclamo del cliente contro terzi. Dopo il ritiro della merce siamo autorizzati alla sua utilizzazione. Il ricavo dell’utilizzo viene detratto dagli obblighi del cliente, al netto di congrui costi di utilizzo.
9.4 Il cliente ha il diritto di vendere la merce di nostra proprietà in ordine di commissione. Nella vendita vale:
a) Il cliente cede complessivamente a noi per sicurezza già da adesso le richieste derivanti dalla vendita della merce contro terzi. Noi accettiamo la cessione. Gli obblighi del cliente menzionati al 9.3 valgono per le richieste cedute.
b) il cliente come noi rimane autorizzato al ritiro delle richieste cedute. Ritireremo le richieste solo se il cliente è in ritardo di pagamento o non adempie altri suoi obblighi di pagamento, viene fatta richiesta per l’apertura di una procedura d’insolvenza o se c’è un’altra limitazione della sua prestazione. Il debitore deve darci complete indicazioni necessarie per l’ingresso, consegnarci i rispettivi documenti e comunicare ai debitori (terzi) la cessione.
c) se il valore attuabile delle sicurezze delle nostre richieste è superiore al 10%, rilasceremo su richiesta del cliente, a nostra discrezione, le sicurezze.

10. Disposizioni sulla protezione dei dati
Trattiamo i dati dei clienti per attuare richieste o ordini e per la cura dei rapporti commerciali correnti. I fornitori di servizi delegati da noi/che noi deleghiamo, per esempio nell’ambito dell’elaborazione di un ordine ricevono dati sui clienti per quanto essi siano necessari per effettuare i servizi.

11. Legge applicabile, foro competente, lingua del contratto

11.1 Queste condizioni generali e tutti i rapporti giuridici tra noi e il cliente sono regolati esclusivamente dalle leggi della Repubblica Federale Tedesca con esclusione di tutte le norme contrattuali internazionali e sovranazionali, in particolare della convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale. Finchè secondo il diritto del rispettivo luogo del magazzinaggio della merce la scelta del diritto tedesco non è applicabile, per le condizioni ed effetti della riserva di proprietà vale il diritto del luogo di magazzinaggio.
11.2 Per qualsiasi controversia derivante direttamente o indirettamente dal rapporto contrattuale sarà competente il foro di Oestrich-Winkel. Abbiamo tuttavia il diritto di rivendicare i nostri diritti sul cliente anche nel foro generale del cliente.
11.3 La lingua del contratto è il tedesco.